FAMILY & PAPA’ POINT:“La famiglia è la patria del cuore.” (Giuseppe Mazzini)

“La forza di una nazione deriva dall’integrità della casa.” (Confucio)

 

Diventare genitori e quindi costituire una famiglia è una straordinaria esperienza di vita. La nascita di un figlio rappresenta sempre un grande cambiamento nella coppia. Sentimenti di gioia, eccitazione ma anche confusione, senso di inadeguatezza. I neo genitori sono chiamati a ricoprire un ruolo che non hanno mai esercitato e che da adesso in poi devono imparare ed esercitare tutti i giorni. Educare è un impegno per sempre e ai nuovi genitori auguro pazienza, costanza e il sostegno di chi come genitore, counselor, coach ed educatore, ha conosciuto e tuttora conosce sulla sua pelle la professione più difficile del mondo, che immagino a questo punto della storia sappiate di quale parlo.

Proprio per questo ho deciso di attivare all’interno del mio studio professionale un servizio di consulenza famigliare chiamato FAMILY & PAPA’ POINT. Tramite le metodologie del counseling e del coaching famigliare, i genitori vengono ascoltati nei loro bisogni e dubbi educativi, si individuano insieme strategie e soluzioni che li possano aiutare a migliorare le loro competenze genitoriali, a ristabilire un’atmosfera famigliare gioiosa e armoniosa, facilitarli nel trovare un equilibrio e un’intesa di coppia necessaria per educare i propri figli. Il FAMILY & PAPA’ POINT è quindi un luogo dedicato al confronto, alla messa in discussione e alla crescita personale dei genitori e della famiglia. Uno spazio importante è inoltre dedicato alle famiglie separate e divorziate con figli, perchè è necessario aiutarle a fare ordine nel rapporto, ristabilire una comunicazione appropriata, sostenere una crescita armonica dei figli.

Inoltre come uomo mi è sempre stato caro il ruolo che riveste il padre. Per questo all’interno del progetto di consulenza genitoriale nasce il PAPA’ POINT, uno spazio di ascolto dedicato ai papà e ai neo papà, nel quale è possibile parlare della loro condizione all’interno della famiglia. Si è spesso portati a concentrarsi sulla posizione della mamma e della neo mamma, quella sulla quale più grava la responsabilità del neonato e dei figli. Eppure molteplici sono le implicazioni del papà, i suoi bisogni, le sue vulnerabilità, le sue responsabilità, il suo ruolo e le sue risorse.

Le tematiche del PAPA’ POINT sono le più svariate:

  • Come comunicare e stare accanto alla propria moglie nella fase pre e post parto.
  • Come prendersi il proprio spazio nell’accudimento del bambino.
  • Imparare a prendersi il giusto tempo in famiglia ed esercitare il ruolo di padre, sapendolo armonizzare con il proprio lavoro.
  • Giocare ed educare nello stesso tempo i figli.
  • Imparare ad essere di esempio costruttivo sempre, anche nelle piccole cose.
  • Individuare e sviluppare le proprie risorse all’interno della famiglia.
  • Riscoprire la sessualità con la moglie e tante altre tematiche.
  • Il papà separato e il rapporto con la moglie e i figli.

Il FAMILY e PAPA’ POINT si svolge attraverso incontri individuali o di piccoli gruppi.

Nel primo caso il servizio è su appuntamento, della durata di 1 h e 15 circa. Può essere a seduta singola se il caso ha una facilità d’intervento oppure con una cadenza settimanale o quindicinale a seconda dell’accordo preso con la famiglia o il papà. La finalità di questi incontri è di facilitare la persona o la famiglia, tramite le metodologie e le strategie del counseling e del coaching, nell’analisi chiara della situazione, nella comprensione degli schemi bloccanti, nella stimolazione e attivazione delle risorse interne e nell’applicazione di nuove alternative possibili.

Nel secondo caso per gli incontri collettivi, i gruppi non superano le 4-6 persone, vengono raccolti argomenti affini in modo da facilitare il gruppo nell’interscambio di esperienze comuni, finalizzando l’intervento a una maggior presa di consapevolezza dei meccanismi in atto e lo sviluppo di nuove strategie d’intervento atte a risolvere la situazione. Gli argomenti sono portati direttamente dal gruppo oppure proposti da me e scelti dal gruppo stesso. Gli incontri sono settimanali o quindicinali in fascia oraria serale dalle h.18.30 o 19, per non sovrapporsi agli orari lavorativi per la durata di circa 1 h.30, o eventualmente nei week end. Indicativamente il giorno feriale potrebbe essere il martedi.

Entrambi gli incontri individuali e quelli di gruppo partiranno il 24 settembre 2019, data in cui sarà già possibile partecipare, previa precedente costituzione dei gruppi, mentre per l’incontro individuale basta fissare l’appuntamento anche in giorni e orari differenti a seconda delle esigenze della persona. Già dai primi di settembre sarà comunque possibile contattarmi per pianificare in anticipo gli incontri.

Alla genitorialità si aggiunge anche un servizio di consulenza da parte di un’infermiera pediatrica con esperienza ventennale in area critica, reparti di degenza e neuropsichiatra. Il servizio verte a offrire consulenza su assistenza neonatale di base (cure igieniche, alimentazione, allattamento, svezzamento, ritmi del sonno), sempre in rapporto alle prescrizioni del pediatra.

Per informazioni sul servizio e sui costi chiamare Guido Bassi 339 60 36 440